Comunicato stampa MigrArti 2017

L’Associazione ISOLA QUASSÙD vince anche la seconda edizione del bando MIGRARTI del MIBACT – Giovani siciliani e migranti guidati da professionisti, impegnati in performances, laboratori, attività in scuole, centri di accoglienza, teatri per favorire l’integrazione e lo scambio culturale Evento di apertura mercoledì 12 aprile 2017 alle ore 17,30: ciclofficina Opificio Zeronove in Via Opificio, nel multietnico quartiere San Berillo a Catania con i giovani di Isola Quassùd Liquid Company Il pensiero di Zygmunt Baumann filosofo della “società liquida”, le monumentali opere scultoree sottomarine di Jason De Caires Taylor, una compagnia teatrale composta soprattutto da giovani migranti, il racconto dell’immane tragedia del Mediterraneo che si intreccia con i miti del mare e con l’opera di straordinaria potenza simbolica dello scultore inglese, la salvaguardia e il rispetto dell’ambiente come rispetto di sé, la necessità collettiva di una rinascita possibile solo attraverso la conoscenza e la condivisione di esperienze tra persone di origini diverse ma partecipi di un unico sistema socio-culturale. Con questi temi l’Associazione Isola Quassùd di Catania, attiva dal 2004, ha vinto per la seconda volta il bando “MigrArti” del Ministero per i beni e le attività culturali per il 2017, undicesima in una graduatoria che ha visto oltre 160 partecipanti da tutta Italia e che ha premiato solo i primi 36. Unica realtà in Sicilia orientale. Con il progetto Pro/fundus-storie di un altro mondo, già partito il 4 aprile nelle scuole, e che andrà avanti sino alla metà di luglio, Isola Quassùd continua la sua opera più che decennale “mettendo al centro delle proprie iniziative i giovani stranieri residenti in Italia, stimolandone creatività e capacità espressive, creando i presupposti necessari a un riconoscimento di sé e delle proprie identità culturali, elementi indispensabili per favorire lo scambio tra civiltà e la conoscenza delle culture altre”, come spiega l’animatrice dell’associazione, la regista e attrice Emanuela Pistone, che del progetto Pro/fundus- storie di un altro mondo è deatrice e direttrice artistica. Il progetto premiato dal Mibact è suddiviso in più aree di attività: una serie di incontri tenuti dalla stessa Pistone e Alessandro Cento (biologo marino) in scuole e comunità per migranti, che hanno come tema l’educazione ambientale e la funzione dell’arte, e un concorso di idee per gli stdenti; “I racconti del tè: miti del mare e altre storie” incontri aperti al pubblico basati sulla narrazione di storie appartenenti a culture diverse e sulla condivisione dei rituali del tè e del caffè con Mustfa Abdelkarim, Karim Alishai e i ragazzi della Liquid Company; un laboratorio di narrazione condotto da Emanuela Pistone con diverse collaborazioni di artisti e operatori interculturali (Nawal Soufi, Sergio Fiorentino, Ramzi Harrabi, Luca Zarbano, Marta Blandini); due workshop teatrali, con prove aperte al pubblico, condotti da Christian Di Domenico e Mamela Nyamza; un laboratorio di scenografia e del riuso condotto da Elisabetta Censabella; una giornata di studio sui temi delle migrazioni e dell’integrazione. A fine giugno lo spettacolo “Blue-profundus” in cui saranno in scena i protagonisti della Liquid Company insieme ad artisti di fama nazionale come Andrea Beneventano (pianista jazz), e Luca Zarbano (percussionista) sotto la direzione della stessa Emanuela Pistone e di Mamela Nyamza, artista sudafricana di fama internazionale, giunte alla seconda collaborazione grazie a MigrArti. Il progetto si concluderà a metà luglio, presso l’Osservatorio Astronomico Serralanave sull’Etna. Mercoledì 12 aprile dalle ore 17,30, alla ciclofficina “Opificio Zeronove” di Via Opificio a San Berillo, uno degli appuntamenti di apertura del progetto vincitore di “MigrArti”. Altri appuntamenti da aprile a luglio. Partner ufficiali dell’Associazione Isola Quassùd per il progetto “MigrArti”: Comune di Pedara, Assessorato alla Pubblica Istruzione; Università degli Studi di Catania, Dipartimento di Studi Umanistici; “I Girasoli” ONLUS (Mazzarino); Associazione “International Students Coordination” (Sr).

Info: 095-534366 e 366 1176323 (lun-ven ore 10-18)

email: isolaquassud@gmail.com

DruckLogoMibac_4Righe-bis

4

“I Have a Dream”, spettacolo finale

“I Have a Dream – Studio per la rappresentazione di un sogno” è andato in scena il 29 – 30 – 31 Luglio al Teatro Machiavelli di Catania realizzando un sold-out al botteghino in tutte tre le repliche. Lo spettacolo ha concluso il progetto “Life Is Beautiful Project” che l’Associazione Isola Quassùd ha condotto per quattro mesi con spettacoli, workshop, percorsi enogastronomici, nell’ambito del grande progetto “MigrArti” promosso e finanziato dal Ministero per i beni culturali e il turismo MiBACT. Qui di seguito alcuni scatti delle tre serate.

 

“L’arte del racconto”, il secondo workshop intensivo di “Life Is Beautiful Project” condotto da Christian Di Domenico

 

“L’arte del racconto” è stato il secondo workshop all’interno di “Life Is Beautiful Project”, progetto vincitore del bando MigrArti 2016, del MiBACT. Il workshop è stato condotto da Christian Di Domenico dal 27 al 30 Giugno 2016, presso il teatro Machiavelli di Catania.

Christian004 Di Domenico attore e pedagogo; Master for Teaching alla European Association for Theatre Culture abilitato all’insegnamento del metodo teatrale del Maestro russo Jurij Alschitz; attore in teatro con Jerzy Sthur, Gabriele Vacis, Elio De Capitani, Marco Baliani; al cinema con Giuseppe Bertolucci, Antonio Albanese, Giuseppe Battiston; autore regista e interprete di ‘U parrinu. La mia storia con Padre Pino Puglisi ucciso dalla mafia; Nel mare ci sono i coccodrilli su Enayatollah Akbari dall’omonimo racconto di Fabio Geda.

Durante i quattro giorni di workshop Christian ha lavorato su dinamiche e tecniche del racconto raccogliendo storie personali, esperienze, sogni e ambizioni degli allievi.

Alla fine del workshop a scopo dimostrativo è andato in scena “Nel mare ci sono i coccodrilli”, lo spettacolo di Christian Di Domenico sulla vera storia di Enayatollah Akbari.

Alcune immagini del workshop intensivo e dello spettacolo di Christian.

 

 

Intersezioni Africane

13241365_1150748144975249_1777108583907944461_nTre puntate per approfondire la conoscenza dell’Africa e dare voce agli africani attraverso notizie di attualità e approfondimenti con rubriche musicali e letterarie. Com’è veramente l’Africa per chi ci vive? Quali titoli si trovano sui giornali africani?

All’interno di “Life Is Beautiful Project“, progetto vincitore del bando MigrArti 2016, Isola Quassùd ha realizzato in collaborazione con l’Università di Catania Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali e Co.SM.ICA la prima trasmissione radiofonica interamente dedicata alla cultura africana e in particolare a due paesi: Senegal e Sudan.

Per la parte universitaria, il Centro per gli Studi sul Mondo Islamico Contemporaneo e l’Africa (CoSMICA) dell’Università di Catania ha proposto per l’anno accademico 2015-16 l’attivazione di un laboratorio durante il mese di Aprile dal titolo Conoscere l’Africa contemporanea: rassegna stampa, musica e radio.

Il corso si è articolato in lezioni comuni e gruppi di lavoro suddivisi per paese (Senegal e Sudan).  Durante la prima fase dei laboratori  è stata analizzata la stampa online dei paesi africani prescelti e sono stati forniti gli elementi di base su come strutturare una rassegna stampa e un radiogiornale. Nella seconda ed ultima parte gli studenti sono intervenuti nelle dirette di Radio Zammù,  in onda nei giorni 12, 19 e 31 Maggio.

L’approfondimento musicale, culturale e letterario della trasmissione è stato a cura dei ragazzi di Isola Quassùd, diretti da Emanuela Pistone. In particolare, protagonisti di queste prime tre puntate sono stati il senegalese Diallo Boubacar e i sudanesi Nosiba Hider e Mustapha Abdelkarim, con la partecipazione speciale dell’attore ivoriano Rufin Doh Zeyenouin.

L’iniziativa si concluderà con la Conferenza dell’Associazione per gli Studi Africani in Italia (ASAI) ospitata a Catania dal 22 al 24 Settembre 2016, ma si prevedono almeno altre tre nuove puntate di “Intersezioni Africane” dopo la pausa estiva.

Ecco i link per riascoltare le tre puntate di “Intersezioni Africane”, 12-19-31 Maggio 2016:

Prima puntata:         http://www.radiozammu.it/intersezioni-africane-prima-puntata.htm

Seconda puntata:     http://www.radiozammu.it/intersezioni-africane-seconda-puntata.htm

Terza puntata:        http://www.radiozammu.it/intersezioni-africane-terza-puntata.htm

 

 

Alcune immagini delle prime tre puntate e del backstage di “Intersezioni Africane”.

 

Rassegna stampa MigrArti, Life Is Beautiful Project

Di seguito gli articoli che hanno parlato di noi negli ultimi mesi, pubblicati su giornali online, quotidiani e riviste.

Ringraziamo Fabio Albanese per l’ufficio stampa.

 

La Sicilia – 12.05.16

Aggiornamento Ansa 11.05.16

Giornale Di Sicilia – 12.05.16

Giornale di Sicilia ed. ct 26mag16

La Sicilia – 26.05.16

http://www.siciliajournal.it/wp-content/uploads/kalins-pdf/singles/92730-2.pdf 25 maggio 2016

http://www.siciliajournal.it/92730-2/ 25 maggio 2016

http://www.sicilymag.it/life-is-beautiful-la-vita-e-bella-quando-c-e-l-integrazione.htm 20 maggio 2016

http://www.siciliaedonna.it/arte-cultura/isola-quassud-presenta-il-progetto-life-is-beautiful/ 16 aprile 2016

http://www.cronacaoggiquotidiano.it/2016/05/11/lassociazione-isola-quassud-vince-il-bando-migraarti-del-mibact/ 11 maggio2016

http://www.zammumultimedia.it/life-is-beautiful-il-teatro-interculturale.htm 4 maggio 2016

http://www.lasicilia24ore.it/2016/05/26/lassociazione-isola-quassud-e-listituto-alberghiero-karol-wojtyla-chiudono-la-settima-della-cultura/ 26 maggio 2016

http://www.agenda.unict.it/11577-il-gesto-teatrale-emotivo.htm  06 maggio 2016

http://www.cronacaoggiquotidiano.it/2016/05/26/il-27-maggio-lassociazione-isola-quassud-e-lalberghiero-wojtyla-chiudono-la-settimana-della-cultura-con-il-doppio-evento-food-culture/ 26 maggio 2016

http://www.agenda.unict.it/11698-life-is-beautiful.htm 27 maggio 2016

http://catania.meridionews.it/articolo/42945/isola-quassud-integrazione-attraverso-larte-e-il-cibo-la-presidente-percepire-laltro-non-come-diverso/ 30 aprile 2016

http://catania.blogsicilia.it/integrazione-giovani-siciliani-e-migranti-insieme-a-teatro-e-in-cucina/337650/ 11 maggio 2016

http://catania.blogsicilia.it/integrazione-migranti-a-teatro-e-in-cucina-il-progetto-food-culture/339897/ 25 maggio 2016

http://www.le-ultime-notizie.eu/articulo/integrazione-migranti-a-teatro-e-in-cucina-il-progetto-food-038-culture/1953683 25 maggio 2016

http://247.libero.it/lfocus/26171672/0/integrazione-migranti-a-teatro-e-in-cucina-il-progetto-food-culture/

 

Leggimi, Il Mercatino 22.04.16

“Il gesto teatrale emotivo”, il primo workshop intensivo di “Life Is Beautiful Project” condotto da Rufin Doh Zeyenouin

 

_MG_5797

Alcune immagini de “Il gesto teatrale emotivo”, il primo workshop del progetto Life Is Beautiful Project, vincitore del bando MigrArti.

Il workshop è stato condotto da Rufin Doh Zeyenouin dal 6 all’8  Maggio 2016, presso la Sala Hernandez, via S. Lorenzo 4, Catania.

13094168_1137851152931615_6042743471551785298_n

Rufin Doh Zeyenouin attore, musicista, cantante ivoriano residente a Milano, interprete di molti spettacoli per la regia, tra gli altri, di Paolo Rossi, Cesare Lievi, Renato Sarti, Emanuela Pistone. Interprete e doppiatore per il cinema in film come il francese Non sposate le mie figlie o il recente Quo vado; performer per Vanessa Beecroft. Attualmente è impegnato nella tourneè di Sunset Limited di Cormac Mc Carty per la regia di Gabriella Eleonori insieme a Saverio Marconi con la Compagnia della Rancia. In occasione di questo workshop l’artista proporrà uno studio sul gesto teatrale emotivo e sulla differenza tra questo e il semplice movimento.

Si ringraziano per le foto del workshop Christian Nicosia, Maria Teresa Cassiba e Mario Castania dell’associazione fotografica RenaRossa.