2

Aperitivo etnico e intervento musicale di Chris Obehi. Presentazione delle attività 2019/2020

Vi aspettiamo a Isola Quassùd in Via Caltanissetta 9 a Catania per offrirvi un aperitivo etnico e un breve concerto in acustica di Chris Obehi, il giovane musicista nigeriano noto per le sue interpretazioni delle canzoni di Rosa Balistreri.

Durante la serata vi faremo conoscere le attività e i progetti che stanno per prendere il via. L’incontro sarà anche occasione per accogliere vostri eventuali suggerimenti, proposte, idee.
Per chi volesse, sarà anche possibile ricevere la tessera associativa annuale di Isola Quassùd per il 2020, versando la relativa quota.

Presenteranno le attività: Emanuela Pistone anima creativa dell’associazione; Elisabetta Vinci, responsabile segreteria organizzativa e comunicazione con Gianluca Scerri, responsabile amministrazione e progettazione per Isola Quassùd; lo chef Carmelo Chiaramonte; Maria Carmela Sciacca di Legatoria Prampolini /Libreria Vicolo Stretto; Carmelo Nicosia, direttore della Scuola di fotografia dell’Accademia di Belle Arti di Catania; un rappresentante di UNICEF; Stefania Di Pietro, attrice e danzatrice; Chris Obehi, musicista nigeriano da Palermo.

VI CHIEDIAMO DI DARCI CONFERMA DELLA VOSTRA PARTECIPAZIONE ENTRO E NON OLTRE VENERDÌ 22 INVIANDO UNA MAIL A isolaquassud@gmail.com

amipicc

“Ami” – incontro con l’autore Edoardo Erba. Primo appuntamento della rassegna “Il condominio – finestre sugli altri”

Sabato 26 ottobre alle 19 alla Legatoria Prampolini si svolgerà il primo appuntamento della rassegna Il condominio – finestre sugli altri, nata da un’idea di Emanuela Pistone (Isola Quassùd) e Maria Carmela Sciacca (Legatoria Prampolini/Vicolo Stretto).

Protagonista sarà Edoardo Erba con il suo romanzo Ami (Mondadori 2019).

Marocco, 1984. Ami ha solo quattordici anni quando s’innamora e decide di scappare di casa con un ragazzo bello e ricco di cui non conosce neppure il nome. Lui ha una macchina elegante, e lei pensa che stiano andando a sposarsi, o su per giù. Che quello sia un viaggio di nozze, o su per giù. Ma è un inganno, e Ami, incinta, si ritrova da sola, persa fra le stradine di Tinghir. La sua ingenuità ha una forza dirompente. Sa poco della vita ma si fida di quello che succede. E non si accorge di superare difficoltà che abbatterebbero chiunque. Partorisce il figlio Majid sulle montagne dell’Atlante, sotto la tenda di due pastori. E entraineuse a Casablanca, contrabbandiera a Melilla, bevitrice e clandestina per le strade polverose del Marocco. Finché non spende tutti i soldi guadagnati per un posto su uno yoct, come lo chiama lei, e avventurosamente raggiunge l’Europa alla ricerca di un futuro migliore per sé e per il piccolo. Cambierà lingua e abitudini, affronterà nuove e imprevedibili difficoltà. Instancabile come un’eroina settecentesca, di nuovo cadrà, si rialzerà e ricomincerà più forte di prima, conservando la spontaneità, la fiducia negli altri e l’amore per il figlio Majid. Un figlio che la porterà a fare i conti col suo passato. Un ragazzo dal destino molto speciale.

Edoardo Erba Autore, drammaturgo di fama internazionale. “Maratona di New York” (1993) è il suo lavoro teatrale più conosciuto, tradotto in diciassette lingue e rappresentato in tutto il mondo.
La sua drammaturgia comprende oltre trenta titoli, molti dei quali sono stati successi della scena italiana e internazionale, tra questi il riuscitissimo “Muratori” replicato per sedici stagioni consecutive e recentemente allestito nella versione in dialetto catanese di Emanuela Pistone.
Ami è il suo primo romanzo.

La rassegna Il condominio – finestre sugli altri segna l’inizio della collaborazione tra l’Associazione Isola Quassùd e la Legatoria Prampolini/ Libreria Vicolo Stretto, realtà attive da anni sul territorio catanese con iniziative volte all’incontro e al confronto.
Lo sguardo sugli altri è il focus della rassegna, argomento di grande attualità in un momento in cui la condivisione di spazi e territori, spesso forzata, determina la qualità dei nostri rapporti con gli altri.
Il condominio, per eccellenza luogo di condivisione, di incontri, scontri, scambi, di convivenze forzate tra persone con storie ed esperienze di vita diverse, ci è sembrata la metafora più adatta a raccontare le dinamiche relazionali tra persone.

Informativa sul trattamento dei dati personali (GDPR)

L’Associazione Culturale ISOLA QUASSÙD, in qualità di Titolare del trattamento (di seguito l’Associazione), ti informa, quale interessato, che i tuoi dati personali verranno trattati secondo quanto stabilito nel Regolamento 2016/679/UE, della legge nazionale e dei principi indicati dal Garante della Privacy.

Dati trattati: i dati personali che l’Associazione tratta sono i seguenti: nome, cognome e indirizzo mail.

Finalità del trattamento: i tuoi dati personali sono trattati per le seguenti finalità: invio promozioni e presentazioni delle iniziative organizzate e gestite dall’Associazione.

Base giuridica del trattamento: il trattamento dei tuoi dati avviene sulla base del consenso che hai prestato iscrivendoti alla mailing list e delle finalità perseguite in base allo statuto dell’Associazione

Titolare del trattamento: Associazione Culturale ISOLA QUASSÙD

Dati di contatto: isolaquassud@gmail.com

Rispetto ai Tuoi dati non verrà svolto alcun trattamento se non quello di visualizzazione da parte dell’Associaizone e utilizzo solo per le finalità indicate nella presente Informativa.

I tuoi dati quindi non saranno organizzati o strutturati o modificati, adattati o estratti o consultati. I tuoi dati non saranno raffrontati, interconnessi o limitati. Nessuno vi potrà accedere se non gli incaricati del trattamento dall’Associazione per le finalità indicate nella presente Informativa.

L’Associazione non effettua alcuna operazione di profilazione per cui i tuoi dati saranno utilizzati solo per inviare comunicazioni e mail standard di promozione delle attività dell’Associazione titolare del trattamento. Precisiamo che l’Associazione conserverà il tuo dato sino ad esaurimento della sua attività istituzionale di promozione per poi distruggerlo. In ogni caso, ricordati che puoi chiedere la cancellazione dalla mailing list dell’Associazione alla seguente mail isolaquassud@gmail.com in qualsiasi momento con effetto immediato.

Il trattamento avviene mediante l’utilizzo di strumenti e procedure idonei a garantire la sicurezza e la riservatezza con l’ausilio di mezzi informatici nel rispetto delle misure minime di sicurezza ai sensi del “Disciplinare Tecnico in materia di misure minime di sicurezza, Allegato B” del Dlgs. n. 196 del 2003 s.m.i. e del Regolamento 2016/679/UE.

Chi accede alla mailing list oltre ad essere stato autorizzato ha una password strettamente personale e non cedibile. Il trattamento non avviene mediante l’utilizzo di un processo decisionale automatizzato.

Ti informiamo che potrai in ogni momento esercitare, nei confronti dell’Associazione i diritti di cui agli artt. da 15 a 23 del RegolamentoUE, tra cui:

1) ottenere la conferma che sia o meno in corso un trattamento di dati personali che ti riguardano;

2) ottenere l’accesso ai dati personali ed alle informazioni indicate all’art. 15 del Regolamento;

3) ottenere la rettifica dei dati personali inesatti senza ingiustificato ritardo o l’integrazione dei dati personali incompleti;

4) ottenere la cancellazione dei dati personali che ti riguardano;

5) ottenere la limitazione del trattamento dei dati personali;

6) essere informato delle eventuali rettifiche o cancellazioni o limitazioni del trattamento effettuate in relazione ai dati personali;

7) ricevere in un formato strutturato, di uso comune e leggibile da dispositivo automatico i dati personali che ti riguardano;

8) opporsi in qualsiasi momento, per motivi connessi alla tua situazione particolare, al trattamento dei dati personali che ti riguardano.

Ti ricordiamo che, qualora tu non sia soddisfatto delle risposte ricevute dall’Associaizone,potrai in ogni caso proporre reclamo contattando il Garante per la protezione dei dati personali www.garanteprivacy.it, fatto salvo ogni altro ricorso amministrativo o giurisdizionale. Ti ricordiamo che per iscriverti o rimanere iscritto nella nostra news letter non devi avere un’età inferiore a 16 anni. Se hai meno di 16 anni dobbiamo raccogliere di nuovo il consenso dai tuoi genitori. Facci contattare, mi raccomando.

19477511_10209315859512888_6101491833620202850_o

ISOLA QUASSÙD, LA CULTURA DELLA DIFFERENZA RINASCE A TEATRO

ISOLA QUASSÙD, LA CULTURA DELLA DIFFERENZA RINASCE A TEATRO

Immigrazione e integrazione: un invito a riflettere sull’interculturalità. A Catania, lo spettacolo diretto da Emanuela Pistone,
con la collaborazione della coreografa internazionale Mamela Nyamza, chiude il progetto Pro/fundus

CATANIA – Crocevia di storie, contaminazioni e sogni sommersi, dove il blu diventa il colore della salvezza e il rumore delle onde scandisce il desiderio di libertà; perché il Mar Mediterraneo non è solo il luogo in cui naufragano gli orrori delle cronache quotidiane, ma è anche simbolo della rinascita e della volontà di non perdere quello zaino fatto di ricordi e di istanti vissuti nei luoghi dai quali si è costretti a scappare.

È questo il tema interpretato dagli artisti dell’associazione culturale Isola Quassùd con lo spettacolo teatrale “Blue Pro/fundus – studio per un rinascita” andato in scena sul palco di Scenario Pubblico, a Catania. «È un invito a riflettere sulla necessità e l’urgenza di restituire a questa contemporaneità il vero senso della vita – spiega la regista e direttrice dell’associazione Emanuela Pistone – con l’intento di riportare dalla profondità del nostro “mare”, inteso come simbolo della coscienza collettiva, una visione costruttiva di un modello sociale non più schiavo della frenesia e dell’apparenza, ma fondato sull’interculturalità e sulla condivisione».

Una performance che è riuscita a coniugare, attraverso una studiata sperimentazione, diversi linguaggi narrativi: quello dell’espressione corporea della coreografa e attivista sudafricana Mamela Nyamza; quello audiovisivo della giovanissima Giada Bellini e di Michele Truglio; quello verbale della regista catanese Emanuela Pistone, integrando la creatività e anche l’emozione della “prima volta sul palco” dei giovani stranieri migranti Abdoulie Razaka Saidu (Nigeria, 18 anni), Diallo Boubacar (Senegal, 20 anni) e Favol Jonxon; e degli attori italiani Yrghalem Teferi Abraha, Claudia Maria Ascanio e Stefania Arianna Di Pietro.

Lo spettacolo conclude la rassegna di attività, incontri e workshop del progetto Pro/fundus – storie di un altro mondo, vincitore del bando “MigrArti 2017 sezione spettacolo” del ministero dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo.

Partner ufficiali dell’intero progetto: I Girasoli di Mazzarino (CL) e International Students Coordination di Siracusa.

TRASPARENZA

  logo_cont

TRASPARENZA

In ottemperanza a quanto disposto dall ́art. 9 , comma 2 e 3 del decreto Legge 8 agosto 2013, n. 91, convertito con  legge 7 ottobre 2013 n. 112, si rendono pubblici i seguenti dati:

 

EMANUELA PISTONE. Presidente, legale rappresentante e direttore artistico.

Incarico conferito come da atto costitutivo di associazione del 26 Ottobre 2004

Tutti gli incarichi sono ricoperti a titolo gratuito e validi sino a revoca.

 

C.V. Emanuela Pistone regista e attrice catanese, promotrice di progetti interculturali sin dal ’94.

Formazione a Catania (1984-1989)

Teatro per ragazzi col gruppo Il Circo di Via Condotti diretto da Salvatore Greco, al Teatro Club di Nando Greco (1984-’87);

Laurea in Lingue e Letterature Straniere Moderne; corso biennale di recitazione condotto da Edo Gari presso La Bottega di Pere Ubu; due stagioni come attrice professionista presso il Piccolo Teatro di Catania diretto da Gianni Salvo;

Formazione a Roma (1989- 2004);

Diploma in Traduzione Letteraria presso La Sapienza (1991);

Entra a far parte, come aiuto regista, della Compagnia della Luna del premio Oscar Nicola Piovani e del drammaturgo Vincenzo Cerami e vi lavora per 6 anni (1991-1996);

Conduce laboratori di recitazione per studenti de La Sapienza (1992-1996);

Inizia a occuparsi di letteratura e culture dell’Africa subsahariana contemporanea mettendo in scena e diffondendo testi di autori africani in collaborazione con giovani stranieri residenti a Roma e a Catania (1994- tutt’oggi);

Aiuto regista, attrice, collaboratrice alla drammaturgia per Armando Pugliese (1996-2004), grazie al quale fa diverse esperienze lavorative al Teatro Stabile di Catania, e con attori come Luca De Filippo, Isa Danieli, Silvio Orlando, Lina Sastri.

Tra il 1991 e il 2006 ha diverse esperienze come attrice per RAIUnoItalia Radio e RADIOTre RAI; recita al cinema in film diretti da fratelli Taviani, Alessandro D’Alatri, Audrey Wells. Frequenta laboratori di perfezionamento con maestri internazionali: Yoshi Oida, Erica Bilder, Juri Alschitz.

Rientro a Catania (dal 2004 a oggi). Fonda Isola Quassùdassociazione interculturale che rende concreta la passione coltivata negli anni romani.

Dona all’associazione una piccola collezione di testi di e su Africa e africani e crea la Piccola Biblioteca d’Africadi Isola Quassùd;grazie alla collaborazione di giovani volontari segue l’alfabetizzazione di giovanissimi stranieri approdati in Sicilia;

Fonda e dirige Isola Quassùd Liquid Company, gruppo teatrale multietnico formato da giovani stranieri e italiani che mette in scena la narrazione delle proprie esperienze (dal 2013)

Ha appena avviato Isola Quassùd Home Restaurant, iniziativa di cucina interetnica voluta dal gruppo di giovani membri dell’associazione (da dic 2015);

Continua a dirigere spettacoli con attori professionisti e a recitare in teatro; collabora ininterrottamente da oltre 20 anni col prestigioso Premio Europa per il Teatro; ha diretto grandi attori come Ida Carrara, ha firmato numerosi adattamenti da testi africani e italiani; recentemente ha avviato una collaborazione con Teatro Utile diretto da Tiziana Bergamaschi per l’Accademia dei Filodrammatici di Milano; fa parte del direttivo di Ingresso Libero, associazione culturale fondata da Lamberto Puggelli, che gestisce il Teatro Machiavelli di Palazzo San Giuliano.

Consiglio direttivo:

-PISTONE EMANUELA, Presidente;

-BELLIA MARIA GRAZIA, Vice Presidente. Musicista nata a Catania il 17 Luglio 1971

-CARCHIOLO SALVATORE, Segretario. Musicista nato a Catania il 30 Giugno 1962

-GENNARO DOMENICO, Tesoriere. Attore nato a Catania il 18 Settembre 1948

CV Gennaro Domenico attore, è stato protagonista di alcuni tra i più noti film italiani per il cinema e la televisione, tra questi:  Il Divo, di Paolo SORRENTINO; La pista di sabbia e Il senso del tatto (serie Il commissario Montalbano), Il furto del tesoro di Alberto SIRONI; Under the Tuscan sun di Audrey WELLS, La fame e la sete di Antonio ALBANESE; La PiovraPizza Connection di Damiano DAMIANI; Il Camorrista, L’uomo delle stelle, Malena, di Giuseppe TORNATORE; Kaos di Paolo e Vittorio TAVIANI; A porte aperte di Gianni AMELIO; Ultimo di Stefano REALI, Linda e il Brigadiere di Alberto SIMONE. Interprete in teatro di molti testi di tradizione siciliana, ha lavorato al fianco di Ignazio BUTTITTA e Rosa BALISTRERI, e con i registi Armando PUGLIESE, Guglielmo FERRO, Carmelo VASSALLO. Si occupa di regia e montaggio nel campo dell’audiovisivo, ha scritto e diretto per l’Associazione Isola Quassùd i corti Game Over, Le scarpe.

Incarichi conferiti come da atto costitutivo di associazione del 26 Ottobre 2004

Tutti gli incarichi sono ricoperti a titolo gratuito e validi sino a revoca.

 

Quarto appuntamento “I racconti del tè”

loc_24_maggio

Isola Quassùd presenta:

I RACCONTI DEL Tè, MITI DEL MARE ED ALTRE STORIE

SCENARIO PUBBLICO, Via Teatro Massimo 16 ore 17.30

In questa occasione verrà presentato e distribuito l’opuscolo “Favole dal profondo” edito dalla Casa Editrice DueTreDue che raccoglie tutti gli elaborati presentati dagli allievi di scuole e comunità per stranieri durante il “Concorso di idee – Favole dal profondo”

INGRESSO GRATUITO

LOGO ISOLA TIFF

I racconti del tè – prossimi appuntamenti

18575512_1152716814840311_2052190546_oI racconti del tè: miti del mare e altre storie

Nell’ambito del progetto dal titolo Pro/fundus-storie di un altro mondo ideato e diretto da Emanuela Pistone e vincitore del bando MigrArti 2017 del MIBACT, Isola Quassùd propone I racconti del tè: sei appuntamenti aperti alla città e alla province di Catania, Siracusa e Ragusa. Dalle città di Pozzallo e Siracusa che dal mare ricevono storie e vite, fino al vulcano Etna dove si concluderanno gli incontri a un passo dal firmamento. Per sognare di nuovi mondi possibili, per ri-trovare il piacere dell’ascolto, per scoprire il suono di nuove voci che si affacciano nella nostra parte di mondo. I racconti e i riti del tè, insieme a piccole prelibatezze ancora sconosciute per i nostri palati, saranno offerti dalle Signore del tè, dai ragazzi del nostro Home Restaurant e della Liquid Company, in compagnia dell’artista tunisino Ramzi Harrabi, e del cantante e musicista persiano Karim Alishai. Dopo i primi due incontri già svolti a Catania e Ortigia (Siracusa), ecco i prossimi appuntamenti:

Giovedì 18 maggio Pozzallo ore 17.30
Isola Quassùd e Centro Mediterraneo di Studi e Formazione Giorgio La Pira presentano:
I racconti del tè con Ramzi Harrabi, Fatima e Shaabia da Siracusa
Emanuela Pistone, Abdoulie Fatty e Mithat Mounir della Liquid Company
presso Centro Mediterraneo di studi e formazione Giorgio La Pira, Via S. Giovanni, Pozzallo (Ragusa) INGRESSO GRATUITO

Mercoledi 24 maggio, ore 17.30
Isola Quassùd e Ingresso Libero presentano:
I racconti del tè con Ramzi Harrabi, Fatima e Shaabia da Siracusa ed Emanuela Pistone
Catania, Piazza Università/ Teatro Machiavelli.
In questa occasione verrà presentato e distribuito l’opuscolo Favole dal profondo edito dalla Casa Editrice DueTreDue che raccoglie tutti gli elaborati presentati dagli allievi di scuole e comunità per stranieri durante il “Concorso di idee – Favole dal profondo”. INGRESSO GRATUITO

Sabato 8 luglio, ore 18.00
Pedara – Expo
Sabato 15 luglio, ore 18.00
Etna – Serralanave – Osservatorio Astronomico


 

Life is beautiful – spettacolo teatrale

Loc LIB modificata-1 DEF18341758_1331918596844539_2220141025005975324_n

LIFE IS BEAUTIFUL – un rito di comunione per le vittime del Mediterraneo

Nell’ambito della manifestazione “Insieme senza frontiere” organizzata dall’associazione “Lo faccio bene”, Isola quassùd presenta:

LIFE IS BEAUTIFUL- UN RITO DI COMUNIONE PER LE VITTIME DEL MEDITERRANEO

Regia Emanuela Pistone

Con Yrgalem Teferi Abraha, Diallo Boubacar, Stefania Arianna Di Pietro, Abdoulie Fatty, Mithat Mounir, Alpha Jallow, Abass Keita, Arouna Kone.

e con Puccio Castrogiovanni

Narrazione poetica del viaggio per mare e canto alla speranza, lo spettacolo è una creazione collettiva dei giovanissimi interpreti stranieri e italiani che lo rappresentano accompagnati da Puccio Castrogiovanni, cantante e polistrumentista siciliano virtuoso del marranzano. Regia di Emanuela Pistone.
L’Associazione Isola Quassùd, dopo la tragedia del 3 ottobre 2013 al largo di Lampedusa, e dopo il drammatico sbarco del 10 agosto 2013 alla Playa di Catania, decide di concentrare le proprie energie in laboratori teatrali rivolti ai giovani migranti approdati in Sicilia, al fine di preservare la memoria, restituire dignità e affetto, e dare loro strumenti per inserirsi nel tessuto sociale catanese, costituendo il 16 ottobre del 2013 la compagnia teatrale interetnica Isola Quassùd Liquid Company (IQLC) diretta da Emanuela Pistone. Formano la compagnia artisti professionisti, studenti universitari italiani e stranieri, Minori Stranieri Non Accompagnati, Rifugiati, Richiedenti Asilo, borsisti internazionali, mediatori culturali.
I protagonisti di IQLC narrano i personali viaggi, raccontano la propria storia, promuovono le proprie culture d’origine, attraverso spettacoli e performances.

Vi aspettiamo al CAMPO SAN TEODORO LIBERATO

via del Giaggiolo

ore 19. 30

Invito alla giornata Storie di un altro mondo – venerdì 5 maggio 2017

All’attenzione dei referenti e dei responsabili degli istituti
scolastici e delle strutture partner di Isola Quassùd per il progetto “Pro/fundus- storie di un altro mondo”.

NELL’AMBITO DEL PROGETTO “PRO/FUNDUS STORIE DI UN ALTRO MONDO.”, le cui attività presso le vostre strutture si sono appena felicemente
concluse, in attesa della giornata di premiazione per il concorso di
idee a cui hanno partecipato i vostri allievi,

SIAMO LIETI DI INVITARVI ALLA

“Giornata di incontro sui temi dell’accoglienza e dell’integrazione
attraverso la cultura” che si terrà
VENERDì 5 MAGGIO ALLE ORE 10 presso il PALAZZO DELLA CULTURA, VIA VITTORIO EMANUELE 121, CATANIA

DATA L’IMMINENZA DELL’EVENTO VI CHIEDIAMO DI RISPONDERCI CON
SOLLECITUDINE E DI INDICARCI QUANTE PERSONE PARTECIPERANNO ALL’EVENTO

ringraziandoVi per la collaborazione, restiamo a disposizione per
qualunque chiarimento

Emanuela Greco
segreteria organizzativa