nobody_roma

Nobody – Odysseo is my name @Roma

Si inaugura il 31 ottobre 2019 a Roma la mostra fotografica/narrativa Nobody – Odysseo is my name, nata da un’iniziativa di Isola Quassùd e curata da Ivan Terranova e Gilda Raiti.

L’iniziativa è inserita nella rassegna FuturaMemoria, progetto vincitore del bando Contemporaneamente Roma 2019 promosso da Roma Capitale-Assessorato alla Crescita culturale e realizzato in collaborazione con SIAE”.

31 ottobre/28 novembre
Nobody – Odysseo is my name
a cura di Ivan Terranova e Gilda Raiti
fotografie di Giulia Barone, Cristina Caramma, Monica Faia, Antonella Labozzetta, Maria Luciano, Teresa Merendino, Andrea Roccaro, Anna Tusa

La mostra è il risultato di un’attività laboratoriale volta a favorire il dialogo tra giovani stranieri e studenti di fotografia dell’Accademia di Belle Arti di Catania, autori delle opere in esposizione.
I laboratori, organizzati nella sede dell’associazione Isola Quassùd in via Caltanissetta 9 a Catania, sono stati occasione di incontro e di creazione. Guidati da docenti ed esperti, i ragazzi hanno avuto modo di conoscere realtà diverse dalla propria e mettere in pratica un reale dialogo interculturale. Hanno sperimentano le proprie capacità narrative e visive e preso parte a tutte le fasi di svolgimento della mostra, dall’ideazione alla creazione di contenuti, dall’allestimento al vernissage.
L’idea di cultura partecipata è alla base della mostra che mira a raccontare al pubblico storie di accoglienza e identità attraverso le immagini. Nobody – Odysseo is my name è un esperimento sociale e culturale, che punta a favorire l’inclusione e l’accessibilità culturale, incoraggiare il dialogo, fare rete.
La mostra è stata inaugurata a Catania in occasione della Giornata Mondiale del Rifugiato il 14 giugno 2019 e visitabile fino al 28 dello stesso mese.

amipicc

“Ami” – incontro con l’autore Edoardo Erba. Primo appuntamento della rassegna “Il condominio – finestre sugli altri”

Sabato 26 ottobre alle 19 alla Legatoria Prampolini si svolgerà il primo appuntamento della rassegna Il condominio – finestre sugli altri, nata da un’idea di Emanuela Pistone (Isola Quassùd) e Maria Carmela Sciacca (Legatoria Prampolini/Vicolo Stretto).

Protagonista sarà Edoardo Erba con il suo romanzo Ami (Mondadori 2019).

Marocco, 1984. Ami ha solo quattordici anni quando s’innamora e decide di scappare di casa con un ragazzo bello e ricco di cui non conosce neppure il nome. Lui ha una macchina elegante, e lei pensa che stiano andando a sposarsi, o su per giù. Che quello sia un viaggio di nozze, o su per giù. Ma è un inganno, e Ami, incinta, si ritrova da sola, persa fra le stradine di Tinghir. La sua ingenuità ha una forza dirompente. Sa poco della vita ma si fida di quello che succede. E non si accorge di superare difficoltà che abbatterebbero chiunque. Partorisce il figlio Majid sulle montagne dell’Atlante, sotto la tenda di due pastori. E entraineuse a Casablanca, contrabbandiera a Melilla, bevitrice e clandestina per le strade polverose del Marocco. Finché non spende tutti i soldi guadagnati per un posto su uno yoct, come lo chiama lei, e avventurosamente raggiunge l’Europa alla ricerca di un futuro migliore per sé e per il piccolo. Cambierà lingua e abitudini, affronterà nuove e imprevedibili difficoltà. Instancabile come un’eroina settecentesca, di nuovo cadrà, si rialzerà e ricomincerà più forte di prima, conservando la spontaneità, la fiducia negli altri e l’amore per il figlio Majid. Un figlio che la porterà a fare i conti col suo passato. Un ragazzo dal destino molto speciale.

Edoardo Erba Autore, drammaturgo di fama internazionale. “Maratona di New York” (1993) è il suo lavoro teatrale più conosciuto, tradotto in diciassette lingue e rappresentato in tutto il mondo.
La sua drammaturgia comprende oltre trenta titoli, molti dei quali sono stati successi della scena italiana e internazionale, tra questi il riuscitissimo “Muratori” replicato per sedici stagioni consecutive e recentemente allestito nella versione in dialetto catanese di Emanuela Pistone.
Ami è il suo primo romanzo.

La rassegna Il condominio – finestre sugli altri segna l’inizio della collaborazione tra l’Associazione Isola Quassùd e la Legatoria Prampolini/ Libreria Vicolo Stretto, realtà attive da anni sul territorio catanese con iniziative volte all’incontro e al confronto.
Lo sguardo sugli altri è il focus della rassegna, argomento di grande attualità in un momento in cui la condivisione di spazi e territori, spesso forzata, determina la qualità dei nostri rapporti con gli altri.
Il condominio, per eccellenza luogo di condivisione, di incontri, scontri, scambi, di convivenze forzate tra persone con storie ed esperienze di vita diverse, ci è sembrata la metafora più adatta a raccontare le dinamiche relazionali tra persone.

Guimar‹es, Portogallo

© AndrŽ Vicente Gonalves - Windows of the World

Il condominio – finestre sugli altri. Incontri con gli autori.

Con la rassegna Il condominio – finestre sugli altri, nata da un’idea di Emanuela Pistone e Maria Carmela Sciacca, inizia la collaborazione tra l’associazione Isola Quassùd e la Legatoria Prampolini/Vicolo Stretto, due realtà attive da anni sul territorio con iniziative volte all’incontro e al confronto.

Lo sguardo sugli altri è il focus della rassegna, tema di grande attualità in un momento in cui la condivisione di spazi e territori, spesso forzata, determina la qualità dei nostri rapporti con gli altri.

Il condominio, per eccellenza luogo di condivisione, di incontri, scontri, scambi, di convivenze forzate tra persone con storie ed esperienze di vita diverse, ci è sembrata la metafora più adatta a raccontare le dinamiche relazionali tra persone.

 

I primi tre incontri della rassegna

 

sabato 26 ottobre ore 19.00

Ami di Edoardo Erba (Mondadori 2019)

incontro con l’autore

 

venerdì 15 novembre ore 19.00

Gli altri di Aisha Cerami (Rizzoli 2019)

incontro con l’autrice

 

sabato 18 gennaio ore 19.00

La signora della porta accanto di Yewande Omotoso (66thand2nd 2018)

incontro con l’autrice

 

Tutti gli appuntamenti si svolgono alla Legatoria Prampolini in via Vittorio Emanuele II n. 333, Catania

 

Informativa sul trattamento dei dati personali (GDPR)

L’Associazione Culturale ISOLA QUASSÙD, in qualità di Titolare del trattamento (di seguito l’Associazione), ti informa, quale interessato, che i tuoi dati personali verranno trattati secondo quanto stabilito nel Regolamento 2016/679/UE, della legge nazionale e dei principi indicati dal Garante della Privacy.

Dati trattati: i dati personali che l’Associazione tratta sono i seguenti: nome, cognome e indirizzo mail.

Finalità del trattamento: i tuoi dati personali sono trattati per le seguenti finalità: invio promozioni e presentazioni delle iniziative organizzate e gestite dall’Associazione.

Base giuridica del trattamento: il trattamento dei tuoi dati avviene sulla base del consenso che hai prestato iscrivendoti alla mailing list e delle finalità perseguite in base allo statuto dell’Associazione

Titolare del trattamento: Associazione Culturale ISOLA QUASSÙD

Dati di contatto: isolaquassud@gmail.com

Rispetto ai Tuoi dati non verrà svolto alcun trattamento se non quello di visualizzazione da parte dell’Associaizone e utilizzo solo per le finalità indicate nella presente Informativa.

I tuoi dati quindi non saranno organizzati o strutturati o modificati, adattati o estratti o consultati. I tuoi dati non saranno raffrontati, interconnessi o limitati. Nessuno vi potrà accedere se non gli incaricati del trattamento dall’Associazione per le finalità indicate nella presente Informativa.

L’Associazione non effettua alcuna operazione di profilazione per cui i tuoi dati saranno utilizzati solo per inviare comunicazioni e mail standard di promozione delle attività dell’Associazione titolare del trattamento. Precisiamo che l’Associazione conserverà il tuo dato sino ad esaurimento della sua attività istituzionale di promozione per poi distruggerlo. In ogni caso, ricordati che puoi chiedere la cancellazione dalla mailing list dell’Associazione alla seguente mail isolaquassud@gmail.com in qualsiasi momento con effetto immediato.

Il trattamento avviene mediante l’utilizzo di strumenti e procedure idonei a garantire la sicurezza e la riservatezza con l’ausilio di mezzi informatici nel rispetto delle misure minime di sicurezza ai sensi del “Disciplinare Tecnico in materia di misure minime di sicurezza, Allegato B” del Dlgs. n. 196 del 2003 s.m.i. e del Regolamento 2016/679/UE.

Chi accede alla mailing list oltre ad essere stato autorizzato ha una password strettamente personale e non cedibile. Il trattamento non avviene mediante l’utilizzo di un processo decisionale automatizzato.

Ti informiamo che potrai in ogni momento esercitare, nei confronti dell’Associazione i diritti di cui agli artt. da 15 a 23 del RegolamentoUE, tra cui:

1) ottenere la conferma che sia o meno in corso un trattamento di dati personali che ti riguardano;

2) ottenere l’accesso ai dati personali ed alle informazioni indicate all’art. 15 del Regolamento;

3) ottenere la rettifica dei dati personali inesatti senza ingiustificato ritardo o l’integrazione dei dati personali incompleti;

4) ottenere la cancellazione dei dati personali che ti riguardano;

5) ottenere la limitazione del trattamento dei dati personali;

6) essere informato delle eventuali rettifiche o cancellazioni o limitazioni del trattamento effettuate in relazione ai dati personali;

7) ricevere in un formato strutturato, di uso comune e leggibile da dispositivo automatico i dati personali che ti riguardano;

8) opporsi in qualsiasi momento, per motivi connessi alla tua situazione particolare, al trattamento dei dati personali che ti riguardano.

Ti ricordiamo che, qualora tu non sia soddisfatto delle risposte ricevute dall’Associaizone,potrai in ogni caso proporre reclamo contattando il Garante per la protezione dei dati personali www.garanteprivacy.it, fatto salvo ogni altro ricorso amministrativo o giurisdizionale. Ti ricordiamo che per iscriverti o rimanere iscritto nella nostra news letter non devi avere un’età inferiore a 16 anni. Se hai meno di 16 anni dobbiamo raccogliere di nuovo il consenso dai tuoi genitori. Facci contattare, mi raccomando.

WhatsApp Image 2019-09-09 at 13.32.56

Polpette in Festival: 13-15 settembre

Isola Quassùd parteciperà con le “polpette mondiali”, preparate da Abdulie, Anis ed Emanuela, alla seconda edizione di Polpette in Festival, evento organizzato da Scirocco Mediterranean Creative Lab in collaborazione con l’associazione BeerSicilia.

L’iniziativa è dedicata alle innumerevoli ricette e rivisitazioni di un piatto della tradizione come la polpetta.

Vi aspettiamo a San Gregorio, in piazza Immacolata, dal 13 al 15 settembre.

Per maggiori dettagli il link all’evento Facebook: Polpette in Festival

FB_IMG_1569429796170

OFFICIN&IDEALI. RESIDENZE IN TRANSITO

“Il successo sta nel circuito. Di’ tutta la verità ma dilla obliqua”.

Carovana SMI (Cagliari), insieme a noi di Isola Quassùd (Catania) e a Tecnologia Filosofica (Torino), ha ideato un tracciato per far muovere giovani artisti e dar voce alle loro verità. Obliquamente, trasversalmente e con coraggio, come da sempre parla il linguaggio dell’arte. Il nostro intento è quello di supportare un processo individuale e corale che permetta alle creatività di entrare in circolo, secondo un paradigma ibrido, che incorpora la performance dal vivo, le installazioni, i dispositivi esperienziali e multimediali, la trasversalità dei linguaggi e del dialogo interculturale ed intergenerazionale.

L’inclinazione è quella del viaggio – geografico, culturale, percettivo – nella memoria e nell’immaginario, dell’arte partecipata, che coinvolge le comunità del territorio attraverso itinerari divulgativi, prove aperte, incursioni, performance.

Il progetto si sviluppa in diverse fasi a partire da una chiamata a raccolta di giovani artisti under 35 residenti in Italia provenienti dai settori delle arti multidisciplinari visive, performative e multimediali. Gli artisti sono invitati a mettersi in gioco in un processo di scambio di linguaggi ed esperienze per partecipare alla costruzione di una rete nazionale i cui poli attrattori sono Cagliari, Torino e Catania.

Il programma si avvia con workshop di tre giorni ciascuno nelle tre città, e si conclude con una residenza artistica di quindici giorni in cui 10 artisti, selezionati attraverso i workshop preliminari, verranno ospitati a Cagliari nel luglio 2020 per rendere visibile al pubblico la loro esperienza.

Se hai un progetto artistico – anche una semplice idea – CONTATTACI per saperne di più e manda la tua candidatura. SCRIVI A: isolaquassud@gmail.com

Avviso Pubblico Residenza Artistica

Allegato – Manifestazione di interesse Residenza Artistica

Avviso IQ

JOIN US! – opportunità ad Isola

Sei interessato a collaborare con noi e svolgere uno stage o essere un volontario per le nuove attività della stagione 2017/18 di Isola Quassúd?

Invia il tuo curriculum a isolaquassud@gmail.com (nell’oggetto specifica per stage o volontario).

Di seguito troverai le aree per le quali è possibile proporsi. Inviaci il tuo curriculum, faremo una prima selezione e successivamente saranno contattati telefonicamente i profili più interessanti per un colloquio.

Saranno garantiti i rimborsi spese benzina per gli eventuali spostamenti strettamente connessi all’attività ed, in alcuni casi, i buoni pasto.

Periodo di prova di 2 mesi.

Possibilità, alla fine dell’intero periodo di stage o volontariato, di incentivi e opportunità lavorativa presso l’Associazione.

 

  1. SEGRETERIA ORGANIZZATIVA

Il ruolo prevede la gestione della segreteria dell’associazione (posta mail e cartacea, gestione cancelleria), supporto nell’organizzazione degli eventi.

 

Invio del curriculum entro 27 OTTOBRE 2017

Impegno previsto: 4 mesi, da Novembre a Febbraio e da Marzo a Giugno

Età massima: 28 anni

 

Requisiti:

.titolo di studio scuola superiore o universitario

.ottime capacità organizzative e relazionali

.conoscenza e uso pc (pacchetto office, canali social)

.conoscenza della lingua inglese

capacità di adattamento e di lavorare in un ambiente multietnico

.automunito

.possibilmente residente a Catania e zone limitrofe

 

  1. PROMOZIONE/ GESTIONE HOME RESTAURANT

Il ruolo prevede la gestione della promozione degli eventi/cene

dell’Home Restaurant (comunicazione, promozione, gestione prenotazioni, accoglienza, etc.) in tutti i suoi aspetti.

 

Invio del curriculum entro 27 OTTOBRE 2017

Impegno previsto: 4 mesi in maniera non continuativa da Novembre a Febbraio e da Marzo a Giugno

 

Requisiti:

.titolo di studio scuola diploma superiore o universitario

spiccate doti comunicative

.buona capacità organizzativa e relazionale

.capacità di coordinamento personale

capacità di adattamento e di lavorare in un ambiente multietnico

.conoscenza e capacità utilizzo canali social (Fb, Twitter, Instagram, Google+,…) e offline

.conoscenza e padronanza uso pc (pacchetto word, Adobe Photoshop e Illustrator, possibilmente anche basi sistema HTML)

.conoscenza della lingua inglese

.automunito con disponibilità a spostarsi

possibilmente residente a Catania e zone limitrofe

 

 

19477511_10209315859512888_6101491833620202850_o

ISOLA QUASSÙD, LA CULTURA DELLA DIFFERENZA RINASCE A TEATRO

ISOLA QUASSÙD, LA CULTURA DELLA DIFFERENZA RINASCE A TEATRO

Immigrazione e integrazione: un invito a riflettere sull’interculturalità. A Catania, lo spettacolo diretto da Emanuela Pistone,
con la collaborazione della coreografa internazionale Mamela Nyamza, chiude il progetto Pro/fundus

CATANIA – Crocevia di storie, contaminazioni e sogni sommersi, dove il blu diventa il colore della salvezza e il rumore delle onde scandisce il desiderio di libertà; perché il Mar Mediterraneo non è solo il luogo in cui naufragano gli orrori delle cronache quotidiane, ma è anche simbolo della rinascita e della volontà di non perdere quello zaino fatto di ricordi e di istanti vissuti nei luoghi dai quali si è costretti a scappare.

È questo il tema interpretato dagli artisti dell’associazione culturale Isola Quassùd con lo spettacolo teatrale “Blue Pro/fundus – studio per un rinascita” andato in scena sul palco di Scenario Pubblico, a Catania. «È un invito a riflettere sulla necessità e l’urgenza di restituire a questa contemporaneità il vero senso della vita – spiega la regista e direttrice dell’associazione Emanuela Pistone – con l’intento di riportare dalla profondità del nostro “mare”, inteso come simbolo della coscienza collettiva, una visione costruttiva di un modello sociale non più schiavo della frenesia e dell’apparenza, ma fondato sull’interculturalità e sulla condivisione».

Una performance che è riuscita a coniugare, attraverso una studiata sperimentazione, diversi linguaggi narrativi: quello dell’espressione corporea della coreografa e attivista sudafricana Mamela Nyamza; quello audiovisivo della giovanissima Giada Bellini e di Michele Truglio; quello verbale della regista catanese Emanuela Pistone, integrando la creatività e anche l’emozione della “prima volta sul palco” dei giovani stranieri migranti Abdoulie Razaka Saidu (Nigeria, 18 anni), Diallo Boubacar (Senegal, 20 anni) e Favol Jonxon; e degli attori italiani Yrghalem Teferi Abraha, Claudia Maria Ascanio e Stefania Arianna Di Pietro.

Lo spettacolo conclude la rassegna di attività, incontri e workshop del progetto Pro/fundus – storie di un altro mondo, vincitore del bando “MigrArti 2017 sezione spettacolo” del ministero dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo.

Partner ufficiali dell’intero progetto: I Girasoli di Mazzarino (CL) e International Students Coordination di Siracusa.

26 giugno blue-01

DEBUTTO DI BLUE PRO/FUNDUS, ARTE E TEATRO PER DIALOGO INTERCULTURALE

28 – 29 – 30 giugno, ore 21, Scenario Pubblico (Via Teatro Massimo 16) – Catania

DEBUTTO DI BLUE PRO/FUNDUS, ARTE E TEATRO PER DIALOGO INTERCULTURALE

In scena lo spettacolo prodotto dall’associazione Isola Quassùd, vincitore di MigrArti 2017 del Mibact

CATANIA – Un appuntamento declinato in tre date per valorizzare le diversità e promuovere il dialogo tra le culture attraverso le emozioni del teatro: mercoledì 28, giovedì 29 e venerdì 30 alle ore 21.00 nei locali di Scenario Pubblico di Catania, l’associazione culturale Isola Quassùd porterà in scena “Blue Pro/fundus”, spettacolo teatrale ideato e diretto dalla regista Emanuela Pistone in collaborazione con la coreografa di fama internazionale Mamela Nyamza, nell’ambito del progetto Pro/fundus – storie di un altro mondo, vincitore del bando “MigrArti 2017 sezione spettacolo” del ministero dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo (Mibact).

«Con Blue Pro/fundus abbiamo voluto sperimentare insieme ai diversi artisti – spiega Emanuela Pistone – diversi linguaggi con l’obiettivo di indagare la necessità e l’urgenza di una rinascita, indispensabile all’umanità intera, di restituire il vero senso alla vita sul nostro pianeta».

Le immagini delle straordinarie opere subacquee dello scultore britannico Jason De Caires Taylor e le creazioni di arte contemporanea di Sergio Fiorentino si mescoleranno sul palcoscenico ai movimenti e alle performance dei giovani artisti Yrghalem Teferi Abraha, Claudia Maria Ascanio, Diallo Boubacar, Stefania Arianna Di Pietro, Favol Jonxon e Abdoulie Razaka Saidu.

Per prenotare o acquistare i ticket d’ingresso è possibile contattare l’associazione all’indirizzo isolaquassud@gmail.com oppure al numero 3661176323.

Partner ufficiali dell’intero progetto: I Girasoli di Mazzarino (CL) e International Students Coordination di Siracusa.

 26 giugno blue-01